Pablito Mon Amour

TITOLO : PABLITO MON AMOUR

AUTORE: Davide Golin

EDITORE: No Reply

ANNO PUBBLICAZIONE: 2010

PREZZO : 12 euro

PAGINE : 293

Con ritardo mi sono approcciato ad un romanzo piacevolmente diviso tra le vicende personali e la riproposizione della carriera del grande Paolo Rossi, con quest’ultimo comune denominatore di tutte le vicende.

La figura di Pablito con le sue fortune e le sue difficoltà scandisce il tempo della narrazione, con un giovane protagonista ammagliato dal campione pratese, che insieme al Vicenza di Fabbri contribuisce ad influenzarne scelte e comportamenti.

Il libro è altresì un significativo spaccato della società italiana anno’70 e 80, analizzata in termini di costumi, comportamenti e vizi, con il calcio a fungere da lente di ingrandimento; si respira il clima del periodo anche grazie all’introduzione ad hoc di personaggi fittizi, ma verosimili, che trasmettono valori e difetti di un “normale” contesto sociale. Sia per chi li ha vissuti, anche in parte, o per chi li vuole scoprire quegli anni sono ricordati e raccontati in modo crudo ed al tempo stesso ironico, alternando i due stili in modo ottimale. L’alternanza di sensazioni suscitate rappresenta un gran merito del libro, che attrae il lettore e lo porta a confrontarsi con situazioni e avvenimenti tra loro diverse, ma concatenate.

Si seguono le vicende del protagonista con un profondo senso di riflessione, determinato dalla veridicità delle situazioni narrate, rendendosi conto di trovarsi a leggere un romanzo generazionale. Una generazione che forse per ultima ha vissuto direttamente l’appartenenza politica e sociale e che ha goduto di un approccio al calcio forte e spontaneo, quale punto di partenza per il costante e futuro declino presente ai giorni nostri.

L’autore parte dal particolare e dal personale per allargare l’ottica di osservazione al generale, con uno stile e un metodo di collegamento delle vicende assolutamente scorrevole e mai artificioso.

Quando analizza la carriera di Rossi  Davide Golin dimostra grande competenza della materia calcistica, riuscendo a dare precide descrizione tecnico-tattiche e fornendo sempre un quadro puntuale e critico del contesto sportivo. Da questo emerge il grande affetto per la squadra vicentina, ma anche se non soprattutto la bramosia di sapere più cose possibile sul calcio e sullo sport, la voracità nel leggere ogni dettagli dei giornali sportivi e l’attesa per vedere i pochi riflessi filmati inerenti alle partite la domenica sera.

Un lessico diretto e senza giri di parole completa uno stile di narrazione accattivante e, appunto, sapientemente diviso tra il ritmo tambureggiante del romanzo e la narrazione biografica più compassata e competente.

Una lettura senza dubbio significativa che permette di evocare un’epoca calcistica una e mitica, anche nelle sue criticità, nonché di riflettere sulle peculiarità della società italiana. 

Giovanni Fasani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: