Andrés Iniesta, Come Una Danza

Andres Iniesta sembra davvero danzare quando con la la palla o senza compie movimenti e prodigi tecnici tanto spontanei quanto geniali, quasi estranei rispetto al contesto “normale” di una partita.

Partendo dall’’assunto da molto confermato che l’Illusionista giochi una partita a sé, Gianni Montieri ne celebra il talento e l’assoluta importanza all’interno di una squadra, analizzandolo tatticamente e tecnicamente in maniera inappuntabile, ma ampliando il campo d’indagine anche all’aspetto umano.

L’autore con stile diretto e coinvolgente rivive le partite che hanno segnato la carriera di Iniesta, mettendone il luce le magie (immancabile il suo marchio di fabbrica della Croqueta) e la sua capacità di saper leggere e far propendere a suo favore il concetto di spazio: ogni suo movimento è centralizzato a favorire la giocata di un compagno, anche quando appositamente non occupa una determinata posizione di campo per favorire la manovra. Connesso a tale concetto è sviluppato quello della capacità di Iniesta di far migliorare i compagni, portandoli inevitabilmente a migliorarsi per interagire calcisticamente con lui. Molte ben ricostruiti e documentati i rapporti con Xavi, Busquets e Messi, molto più che compagni di squadra.

Leggendo il libro ho capito che analizzare una partita di Iniesta è compito meraviglioso quanto complesso, perché andrebbe considerato cosa fa con e senza il pallone, nonché quello che compie anche quando il gioco è fermo. Come per certi musicisti occorre ascoltare anche le note che non sta suonando..

Come detto la precisissima analisi tecnica si associa ad un viaggio nella personalità del fenomeno di Fuentealbilla, attraverso i suoi legami e rapporti personali, le sue emozioni e anche le sue debolezze e criticità. In tal senso molto ben riuscita l’idea di rendere in prima persona parte del libro, idonea a rendere ancora più intima e ricercata la narrazione.

Analogamente apprezzabile certi riferimenti letterari, come il paragone iniziale con Don Chisciotte.

Il doppio punto di vista, calcistico e personale, offerto da Montieri arriva a fondersi pagine dopo pagine, mantengo comunque invariata la precisa e inappuntabile 

È un libro che celebra il talento di Andres Iniesta e che non vuole essere una biografia, ma un prezioso motivo per il quale dovremmo essere grato di aver visto un così straordinario campione.  Al termine delle lettura, se possibile, lo apprezzerete anche di più.

Giovanni Fasani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: