Ahi, Sudamerica! Oriundi, tango e fútbol

TITOLO: Ahi, Sudamerica! Oriundi, tango e fútbol

AUTORE: Marco ferrari

EDITORE: Laterza

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2021

PREZZO: 18,00 Euro

PAGINE: 354

Nella sterminata produzione bibliocalcistica italiana, sembrerà incredibile dirlo ma mancava chi si fosse occupato prima d’ora di un tema che ciclicamente è sempre apparso sulle pagine dei quotidiani e nelle riflessioni sociologico-sportive di editorialisti, addetti ai lavori e studiosi in generale: gli oriundi.

A colmare questa lacuna ci ha pensato il giornalista e scrittore Marco Ferrari (autore di svariate pubblicazioni tra cui il fortunato romanzo “Alla Rivoluzione sulla Due Cavalli” da cui è stato tratto l’omonimo film), con la sua ultima opera: “Ahi, Sudamerica. Oriundi tango e fútbol”.

Sgombriamo subito il campo da equivoci, nonostante l’accuratezza nella ricerca (che non basta però ad evitare di cadere in qualche errore storico) il libro non è un saggio. Nonostante questo però il tema è sviscerato con la sapienza del romanziere navigato e il ritmo brioso dello storyteller sfacciato. Ne vien fuori un’opera che somiglia moltissimo a quella dell’indimenticato maestro Eduardo Galeano: “El fútbol a Sol y Sombra”, non solo per la fonte – lo sterminato scrigno di storie che è il Sudamerica – da cui entrambi attingono, e dunque per i temi trattati, ma anche per l’impostazione narrativa data da Ferrari, che aveva già ipnotizzato i suoi lettori con alcune storie raccontante sul quotidiano on line “Gente d’Italia”, poi riprese nel libro stesso.

Da Libonatti e Orsi ad Altafini e Sivori, passando per quell’incredibile stagione di fioritura post Carta di Viareggio e attraversando buona parte della storia del calcio italiano, è questo il sentiero narrativo dal quale l’autore si muove per raccontare, sovente a briglia sciolte, piccole e grandi storie degli italiani partiti verso il Sudamerica per rifarsi una nuova vita. Tanti i grandi protagonisti, novelli eroi dei due mondi, tantissimi invece quelli che, pur lasciando un segno importante nello sviluppo del gioco, non hanno avuto il giusto riconoscimento.

Ferrari con una prosa accattivante e rigogliosa di aneddoti più o meno noti, ci parla di buona parte di questi italiani rimpatriati, figli di modesti emigranti salpati spesso per necessità, che hanno saputo trovare fortuna proprio in quella terra che aveva voltato le spalle ai loro genitori.

Scorrono così le storie di ciabattini e fornai, di muratori e pescatori, capaci di ricostruirsi una nuova vita ma soprattutto di costruire e dar lustro a paesi come l’Argentina, l’Uruguay e il Brasile, letteralmente edificati col loro sudore e la loro fatica.

Il libro sovente riporta il lettore a quell’ormai lontano periodo di emigrazione e povertà, tra i vicoli della Boca o tra la maestosità di metropoli come Montevideo e San Paolo. Avendo il calcio come stella polare del racconto, ma strizzando l’occhio anche ad aspetti sociali, culturali e storici fondamentali per dare il giusto inquadramento del fenomeno e dei tanti protagonisti che vanno via via emergendo. Attenzione, si parla di Sudamerica ma anche della stessa Italia, di come il nostro paese abbia accolto, coccolato ma spesso anche respinto i tanti rimpatriati tornati nella terra dei padri.

Tante le storie e le vicende raccontate dall’autore, il quale sul finale si lascia un po’ andare a briglia sciolte con qualche puntatina fuori tema, fino a chiudere con Messi e Leopardi una carrellata di personaggi istrionici, tristi, avventurosi, sfacciati e chi più ne ha più ne metta. Del resto gli italiani sono benvoluti nel mondo anche per questo loro carattere, o no?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: