La Farfalla Granata. La Meravigliosa E Malinconica Storia Di Gigi Meroni Il Calciatore Artista.

TITOLO : LA FARFALLA GRANATA. LA MERAVIGLIOSA E MALINCONICA STORIA DI GIGI MARONI IL CALCIATORE ARTISTA

AUTORE: Nando Dalla Chiesa

EDITORE: Limina

ANNO PUBBLICAZIONE: 1995/2012

PREZZO : 10 euro

PAGINE : 192

Un’opera che ogni amante della letteratura sportiva dovrebbe aver letto nella sua vita, per profondità artistica e tenerezza utilizzata nella narrazione. La figura di Gigi Meroni,avvolta in parole con maestria ed eleganza da Nando Dalla Chiesa, non ne esce come unadivinità o come un essere superiore, ma nelle vesti di simolo di quell’epoca, figlio dellaguerra e fratello del cambiamento, morto ad appena ventiquattro anni, quando leresponsabilità crescono e non si è più ragazzini, ma giovani uomini desiderosi di
abbracciare la vita e diventare protagonisti in una storia alle volte avvincente, altre voltemonotona: realtà, insomma.

Meroni non era un rivoluzionario, ma un essere senziente cheriempiva la propria esistenza di normalità, ma non quella dell’inizio degli anni Sessanta,ma di quella che verrà: non era il tipo da rivolte urlate o chiassosi interventi, ma un uomodeciso, nella propria naturale umiltà e garbo, a far cambiare il mondo senza volerlo, con lasola semplicità dei gesti. Meroni a metà tra Marilyn Monroe e Guevara, icona dei suoitempi, libertà applicata all’arte, rivoluzione e cambiamento, ma senza poterne ammirare irisultati. La parabola calcistica della Farfalla Granata, tra l’arrivo al Genoa nel 1962, annodella morte di Marilyn, e il 1967, anno della sua morte e del “Che”, ha avuto picchi esteticinotevoli e delusioni scottanti dal punto di vista umano, in un’Italia arretrata e bigotta, impreparata ai cambiamenti e inadeguata ad essi.

Meroni non era come George Best: l’aladello United ha rappresentato l’essenza del cambiamento con tutti i suoi eccessi, in unasorta di punk-rock in salsa britannica, mentre Meroni era più simile allo spirito di artisticome Fabrizio De Andrè, capaci di regalare arte, ma con discrezione, senza troppi eccessi.

Luigi Della Penna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: