La Mia Vita In Bianco E Rosso

TITOLO : LA MIA VITA IN BIANCO E ROSSO

AUTORE: Arsene Wenger

EDITORE: Baldini + Castoldi

ANNO PUBBLICAZIONE: 2020

PREZZO : 18 euro

PAGINE : 224

Raccontare una carriera come quella di Arsene Wenger è impresa non facile e l’allenatore alsaziano lo fa restando fedele alla sua natura, schiva per un verso e autocelebrativa del proprio credo da un altro.

Attraverso valori quali strategie, pianificazione e attuazione Wenger riassume le fasi salienti della sua carriera, focalizzandosi sui propri metodi di allenamento, di gestione delle risorse e di tutti i compiti di un manager (interessante la sua disamina delle dinamiche del calcio mercato). Molto affascinante notare come passando da un’esperienza all’altra si evolvano i sui dettami tecnico-tattici e la sua predisposizione nei confronti dei giocatori.

Ci appare così un professionista completamente dedito al suoi lavoro (forse fin troppo), concentrato a creare valore in tutti i sensi per la società per la quale lavora. Molto bello il concetto di “servire l’interesse del gioco” da lui perorato e per certi versi difeso anche in situazioni non facili.

Wenger sembra un accentratore di compiti e responsabilità, arrivando ad occuparsi in prima persona anche della dieta dei giocatori, demandando a pochi uomini di fiducia quella che sembra essere una vera e propria missione. In tal senso è significativa la sua esperienza in Giappone, della quale svela situazioni e qualche aneddotto di sicuro interesse, dato che si sa comunemente poco della stessa.

Il libro è indubbiamente interessante, ma omette episodi critici e non menziona gli inevitabili litigi o incomprensioni che una lunga carriera ha sicuramente prodotto; i soli accenni a tensioni (per esempio con Alex Ferguson) confermano come l’intenzione di Wenger sia quella di raccontarsi come manager, mettendo giustamente o meno in risalto le proprie virtù e un suo codice di comportamento.

L’allenatore francese accenna anche alla propria vita privata, rimpiangendo di averle molte volte trascurata per concentrarsi al 100% sula propria professione; davvero la sua passione per il calcio è travolgente e lo stesso non nega sì pensare a quest’ultimo per tutta la giornata.

Un’autobiografia utile ad entrare nel contesto professionistico di Wenger, trattante temi e concetti assolutamente accattivanti. 

Giovanni Fasani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: