Il calcio in guerra. Gioco di squadra e football nella Grande Guerra

 

Il Calcio in guerra. Gioco di squadra e football nella Grande Guerra di Giorgio Seccia

 

TITOLO: Il calcio in guerra. Gioco di squadra e football nella Grande Guerra

AUTORE: Giorgio Seccia

EDITORE: Gaspari Editore

ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2011

PREZZO: 19,00 Euro

PAGINE: 318

 

Giorgio Seccia è brigadiere generale dell’esercito nella riserva nonché esperto storiografo della Grande Guerra. Autore già di versi volumi di stampo storico-militare questa volta si è cimentato brillantemente con un genere di nicchia, anzi sarebbe più corretto dire che con questo lavoro ha inaugurato un nuovo filone letterario, mescolando il saggio storico con la letteratura calcistica. Il libro infatti unisce, in uno stile fluido ed essenziale, il rigoroso approccio didascalico ad una più snella narrazione giornalistica. Scevro di retorica, il libro tratta il calcio, nelle mille sfaccettature possibili, da quelle sportive a quelle socio-culturali, durante il periodo della Grande Guerra. Prevale nella linea narrativa il punto di vista militare, non a discapito però delle vicende narrate, i cui protagonisti sono ritratti nelle tantissime foto presenti in ogni capitolo. Ecco quindi trattati, in modo minuziosamente documentato (come la lunga bibliografia e le note a piè pagina dimostrano), le vicende storico-sportive che hanno visto il football protagonista durante la guerra. Dai battaglioni inglesi, composti in prevalenza da giocatori di uno stesso club, alla tregua di Natale del ’14, dal pallone come strumento ricreativo indispensabile per gli uomini al fronte, agli infiniti atti di eroismo compiuti da quelli che fino a pochi anni prima erano anche affermati giocatori.

Con onestà intellettuale Seccia analizza il fenomeno calcistico in entrambi gli schieramenti, evidenziando però una maggiore attenzione per le vicende inglesi, dove il calcio era uno sport già affermato nel costume sociale, e ovviamente per quelle italiane. Queste emergono prepotentemente nel capitolo finale, dove l’autore ha voluto tributare un omaggio alle vite ed alle storie dei giocatori, più e meno famosi, che hanno combattuto e sono morti per la Patria.

Il libro evidenzia come lo sport, e in special modo il calcio, forgi uno spirito di fratellanza e appartenenza tra compagni che nulla ha di meno rispetto a quello condiviso da commilitoni, ed è forse questo il messaggio che più di altri resta al lettore.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: